Intervista a Willi LaPaglia, food-blogger alla conquista dei media

L'Antipasto

Sono passati ormai 5 anni da quanto è stato lanciato nel mondo del web “A Tavola con Willi” e ancora tutt'oggi mi sento un pasticcione che cucina.

Sicuramente di strada ne ho fatta, da quando muovevo i primi passi con le prime ricette abbozzate tirate fuori dai vecchi libri e appunti presi a nuove ricette sempre più elaborate imparando a giocare con i sapori e le consistenze.

Non dimentico mai di certo le radici anzi sono quelle le mie basi fondamentali per quello che ora sono. Chi mi conosce – e voi in primis mi avete conosciuto per quello che sono – Umile, Buono e decisamente Matto, credo di aver raggiunto determinati obbiettivi perché ho sudato ed ho seminato, ed ora guardandomi indietro ho decisamente raccolto molto!

Primi... tentativi

Onestamente non avrei mai creduto, grazie anche al vostro supporto, di poter affrontare molte esperienze. Come appunto ho detto sono ormai passati 5 anni da quando il blog è entrato a far parte di questa categoria che è diventata quasi “di moda” – Un po' mi dispiace che questa categoria sia “mal vista” anche perché ci sono persone che come me mettono tutto se stessi per farsi conoscere così in semplicità senza dimenticare che non si ha nessuna scuola per poter giudicare l'operato di persone con anni di esperienza, anzi c'è solo da imparare da queste.

Di “Primi tentativi” ne ho avuti molti, soprattutto quando si ricevono le prime critiche. Queste mi hanno servito a modificare determinati aspetti e ad imparare a non commettere nuovamente gli stessi errori. Affinare sempre di più l'arte delle foto mi è stato sicuramente utile per rendere accattivanti ancora di più le ricette (che poi non so ancora oggi come fanno ad ottenere successo foto campate per aria mentre io ci metto mezz'ora) questo mondo purtroppo è fatto da persone calcolatrici, dove purtroppo con i loro atteggiamenti mettono in cattiva luce questa categoria. Io mi sento onorato di appartenere a questa categoria che mi sta dando grandissime soddisfazioni;

Piatto principale

Che cosa c'è per te di irrinunciabile nel mondo del food?

Sicuramente il condividere le mie idee: è questa la benzina necessaria per far scattare la miccia e continuare a creare idee diverse. E sicuramente poter imparare nuove idee anche da chi è già esperto nel settore, provare ad emularlo e non aver paura di sbagliare, ammettere di averlo fatto e cercare di capire ed imparare;

Sicuramente le opportunità che mi sono state offerte le ho sapute sfruttare: quali l'avventura di Masterchef, che anche se mi è stato dato un bel “no” non mi ha di certo fatto perdere la speranza, anzi.

Ho continuato a migliorarmi entrando così a far parte di un gruppo di Chef e passando da Affiancare lo chef ad essere affiancato dai nuovi ragazzi che stanno iniziando il cammino. Sono stato presentato ufficialmente negli ultimi eventi Toscani non come Foodblogger ma come chef.

Ho avviato un sito tutto mio (www.atavolaconwilli.com) – ho preso parte ad un'app dove mi si può “prenotare” per consulenze ed eventi. Ho potuto partecipare ad eventi di grandi aziende come l'ultima la Cooking Class presso la Star, e soprattutto la cosa fondamentale instaurare rapporti e collegamenti che giorno dopo giorno crescono.

Contorni

Raccontaci di te, oltre alla cucina...

Il Willi oltre la cucina è così come lo si vede – trasparente. Dico sempre di essere nato in Italia – questo è vero la mia carta d'identità lo certifica, ma il mio animo e al 100% Americano. Festeggio ogni anno il Giorno del Ringraziamento e cucino in questa giornata il tacchino, e vado parecchio fiero di questa cosa. Adoro scrivere e perdermi nei racconti che ho creato viaggiando con la fantasia tra i miei romanzi e fantasy.

Dulcis in fundo

Parlaci della tua recente esperienza alla radio

Ho già avuto esperienze radiofoniche, ma questa è stata davvero un bel trampolino di lancio. Sono stato contattato da MATTIA GARRO – che è il mattatore che ogni giovedì apre le cucine del COOKIE TIME. E una volta che mi è stata fatta la proposta non ho esitato e sono salito su questo carro carnevalesco di TRS Radio. E sono davvero onorato, perché lo stesso Garro e tutta la redazione della radio hanno confezionato una rubrica che porta il nome del mio blog, quindici minuti di risate e dove regalo una gustosa ricetta. Perché la cucina non si vede o si assaggia solo ma si sente anche.

Willi è protagonista anche in radio

Per tutta la stagione 2015/16 #ATAVOLACONWILLI sbarca sulle frequenze 104.800 oppure in streaming su www.trsradio.it – Cerco sempre di dare il 100% di me stesso in questo campo, e far diventare quindi la passione in qualcosa di più concreto, piano piano ci sto riuscendo... e chissà quali assi nella manica avrò in serbo?

Le pappardelle al pesto di rucola di Willi

Il menù ideale

Qual è il tuo menù ideale che vorresti suggerire a tutti i tuoi follower?

Eccolo:

APERITIVO

- Prosecco e Cestini di Cetriolo con Feta e Melagrana;

- Bellini e Rustici della Casa;

ANTIPASTI

- Sushi Carpaccio (Carpaccio di Vitello ripieno di Mozzarella di Bufala e Pesto. Servito con un'insalata di rucola e petali di cipolla in agrodolce)

- Tortina di Pane ai profumi di Ricotta e Salmone su salsa di Pomodoro Fresco;

PRIMI PIATTI

- Pappardelle all'Uovo con Ragù di Fegato;

- Risotto More e Lamponi;

SECONDI PIATTI

- Cannolo di Calamaro su Crema di Piselli;

DOLCI

- Pannacotta alla Vaniglia con Gelatina di Melagrana

Il burger di broccoli e salmone di Willi

Informazioni

Ci impegniamo costantemente per la precisione e la correttezza delle informazioni.
Se riscontri qualcosa di errato o mancante, scrivici.

Per citare o ripubblicare questi contenuti

Licenza

Creative Commons 2.5

Titolo dell'articolo

Intervista a Willi LaPaglia, food-blogger alla conquista dei media

Autore del testo

Massimo Salomoni, per Cucinare.meglio.it

Nome della fonte

Cucinare.meglio.it

URL

https://cucinare.meglio.it/interviste/willi-lapaglia/

Data di pubblicazione

Martedì 27 ottobre 2015

Data di visita

Lunedì 20 novembre 2017

Commenti a questo articolo

Non ci sono commenti. Inserisci tu il primo.
Commenta questo articolo Commenti Facebook

Altri articoli

Questa pagina è stata utile?
Scrivi un commento